Vincitore del bando sovvenzione  globale Piccoli sussidi 2013 PO Puglia FSE 2007/2013

Vincitore del bando sovvenzione  globale Piccoli Sussidi 2013 PO Puglia FSE 2007/2013

logo_csi_web.gif

Foto e video gallery

gallery.jpg

Aggiornamenti Twitter

Città Solidale Channel

channel_c_s.jpg

Uscire dal Buio

Uscire dal buio - Mola Tommaso.jpg

Uscire dal buio

di TOMMASO MOLA

Esperienze e percorsi di riabilitazione Con Cd-Rom per sistema operativo Windows XP  o successivi

 

 

Al via il Progetto Articolo 1 PDF Stampa E-mail
Giovedì 07 Ottobre 2010 18:51

E’ stato avviato con successo, in piena stagione estiva, il progetto finanziato dalla “Fondazione per il Sud” per l’inserimento in ambito lavorativo di ben 29 persone in condizioni di svantaggio con particolare riferimento ai disabili psichici stabilizzati. Un progetto senza dubbio ambizioso, quasi impertinente, che si propone di garantire la tutela di un diritto fondamentale, quale è il diritto al lavoro, in piena crisi economica e nei confronti di quei soggetti che, proprio per il pregiudizio con cui quotidianamente convivono, sono a rischio di emarginazione.

Il “Progetto Articolo 1” - la cui ratio ed il cui nome sono stati ispirati dall’articolo 1 della Costituzione italiana, preludio di una carta costituzionale che grida prepotentemente il diritto di tutti all’uguaglianza - è stato fortemente voluto da una partnership che ha visto il coinvolgimento di una pluralità di enti pubblici e privati: le Cooperative Sociali “Marana-Thà” (capofila), “Maran-Athà 2001”, “Città Solidale” e “Siderea” di Latiano; “Ostuni a ruota libera” di Ostuni; “L’Aquilone” di Lizzano; il “Comune di Latiano”; l’Associazione “A.P.T.S.M. Alba Onlus” di Manduria; il “Consorzio M. Teresa di Calcutta”, “Confcooperative” e “ Confcoop Services”-di-Brindisi.

Gli auspici dei promotori non sono stati delusi. Le fasi di selezione dei borsisti si sono svolte in più giornate per dare la possibilità a tutti i candidati di essere esaminati dalla Commissione composta da dieci membri: sig.ra Vita Laporta (Marana-thà e Maran-Athà 2001), dott.ssa Emilia Pugliese (Siderea), dott.ssa Lucia Errico (Comune di Latiano), dott. Giuseppe Quartulli (Confcooperative, Confcoop services, Consorzio M.Teresa di Calcutta), dott. Piero Carbutti (Albaonlus e L’Aquilone), sig. Vito Ciraci (Ostuni a ruota libera), dott.ssa Elisa Caramia (psichiatra), dott.ssa Filomena Maffullo (psicologa), dott.ssa Pellicani (CSM di Mesagne), dott.ssa M. Stefania Lanzilao (responsabile del nascente Osservatorio per l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate). Oggi, a distanza di due mesi dall’avviamento del progetto, i risultati e la soddisfazione di quanti coinvolti in questa esperienza, sono tangibili. L’impegno costante e motivato dei neo- lavoratori, (Alessandro C., Maria D., Cosimo Massimiliano D., Anna M., Antonio D., Alberico M., Paolo P., Giuseppe A., Antonio D., Alessandro R., Paolo A., Serena D., Luigi A., Concetta B., Anna P., Ernesto A., M.Francesca C., Mario C., M.Carmela C., Vincenzo D., Massimo R., Simona C., Elena G., Lucrezia T., Pasqualina A., Luigi M., Giuseppe S.) ha garantito la prosecuzione del progetto per tutta la stagione estiva, rivelando in essi un entusiasmo sintomo di una ritrovata autostima ed autonomia (anche in termini economici); i molteplici settori cui sono stati destinati i borsisti, inoltre, - che vanno dalla lavanderia industriale al ristoro collettivo e lavorazione del cioccolato, dalla vetreria artistica al commercio elettronico, dai servizi sociali al settore amministrativo, dai lavori di sartoria al front/office ed alla commercializzazione di prodotti ittici - inducono ad essere positivi in merito alla possibilità per i ragazzi, di riuscire ad affermarsi in uno di questi per la costruzione di un futuro “normale”.

Sebbene il successo del “Progetto Articolo 1” sia già facilmente intuibile, bisogna tuttavia aggiungere che le sue potenzialità pragmatiche vanno ben oltre. La seconda fase del progetto è infatti in fase di messa a punto e riguarda la creazione, su tutto il territorio, di un Osservatorio per il diritto al lavoro dei soggetti in condizioni di svantaggio. Una vera sfida che i promotori vogliono vincere anche alla luce dei dati positivi che si sono palesati a sostegno della forza del loro proponimento.

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Aprile 2011 18:06
 
© 2008-2014 Psichiatria e Riabilitazione Psicosociale | Città Solidale Cooperativa Sociale - P. Iva 01897890743 Joomla 1.5 Templates by vonfio.de
Webmaster Roberto Longo